Home > Calcio > L’Inter demolisce il Barca 3 a 1!

L’Inter demolisce il Barca 3 a 1!

SENSAZIONALE!!! Alla fine l’Inter di Mourihno sbanca San Siro! L’Inter nei pre partita era senz’altro determinata ma nessuno si sarebbe mai aspettato un risultato così netto. 3 a 1 il risultato al termine dei primi 90 minuti di gioco che fanno senz’altro morale per un ritorno tutto da vivere tra 7 giorni esatti al Camp Nou.

Inter con formazione spregiudicata ma non nuova ai tifosi ed appassionati di calcio. Mourinho infatti ignora il centro campo a 5 per bloccare il possesso palla del Barca e schiera un 4-2-3-1 con Milito,Pandev ed Eto’o supportati da Sneijder. Nei primi minuti il Barcellona sembra avere maggior intraprendenza, l’Inter pochi minuti dopo esce fuori e crea una delle sue prime azioni che l’hanno fatta dominare per tutto il primo tempo. Eto’o infatti vede lo scatto di Milito e lo serve, ma l’assistente segnala un fuorigioco inesistente che impedisce a Milito di concludere solo davanti a Victor Valdes. Ancora Inter con Eto’o che al limite dell’area finta il tiro e conclude di sinistro con Victor Valdes che riesce solo a respingere e sulla ribattuta Milito sbaglia un gol clamoroso. Al 19′ però la beffa, Barcellona in vantaggio con Pedro. L’attaccante spagnolo viene servito da Maxwell in area di rigore e Pedro da li non può sbagliare. Doppia responsabilità prima di Maicon e poi di Lucio che lasciano arrivare sul fondo il terzino brasiliano. L’Inter però non ci sta e continua ad attaccare con Eto’o che guadagna il fondo e passa il pallone a Milito che in area di rigore si gira e serve Sneijder che di piatto non può sbagliare ed è 1-1. Bellissimi i primi 45 minuti di gioco dove l’Inter e il Barcellona si sono affrontate a viso aperto.

Negli spogliatoi Mourinho avrà fatto notare i problemi difensivi del Barcellona alla sua squadra che infatti ruba palla a Messi con Thiago Motta e serve subito Milito, l’attaccante argentino vede l’inserimenti di Maicon che dopo un controllo non perfetto batte Victor Valdes per la rete del 2 a 1.

Non finisce qui la festa nero azzurra. Ancora Motta infatti ruba un altro pallone e serve Pandev che sguscia in mezzo a 3 e lancia Milito subito Eto’o che crossa in mezzo per Sneijder il quale colpisce di testa e serve a Milito il gol del 3 a 1 facile facile davanti alla porta sguarnita. L’attaccante nero azzurro dalle immagini sarà leggermente in fuorigioco, ma era un fuori gioco molto difficile da valutare e per parcondicio con quello del primo tempo va bene così.

Gli ultimi 20 minuti però è solo Barca con Guardiola che fa uscire un’Ibra non ancora al 100% per Abidal e l’Inter invece sostituisce uno stanchissimo Pandev (uno dei migliori) che si è sacrificato tantissimo e ha dato il la al gol del 3 a 1, e uno stanchissimo Milito (crampi per lui) al posto di Stankovic (ammonito successivamente e salterà la partita di ritorno al Camp Nou)  e Balotelli. L’attaccante italiano nei pochi minuti che gioca viene continuamente beccato dal pubblico per qualche errore commesso e lui risponde in più rounds in maniera non proprio carina. Tuttavia la colpa non è di Balotelli questa volta perchè a prescindere dagli errori che si fanno il pubblico non può fischiare un giocatore che sta giocando in un momento difficile della partita in semi finale di Champions contro il Barcellona perchè si rischia solo di innervosire il giocatore e non incoraggiarlo a fare bene rischiando poi di giocare in 10. Questo tuttavia non può distrarre l’Inter da una partita così soprattutto perchè il Barcellona attacca e lo fa con Dani Alves che viene leggermente toccato da Sneijder, il rigore poteva starci ma per l’arbitro è giallo per simulazione.

L’Inter riesce nell’impresa e porta a casa un risultato importantissimo. Bisogna comunque restare con i piedi per terra ricordandosi che fra un settimana si avrà davanti sempre il Barcellona ma al Camp Nou con 120.000 posti tutti esauriti. Morunho stesso ha detto:” è stata una partita QUASI perfetta perchè non dovevamo subire il gol, rimango fermo su quello che ho detto perchè abbiamo ancora il 50% di possibilità non il 60 o il 70%”.

E’ da notare che ne Ibra ne Messi hanno brillato soprattutto Messi che non ha sfiorato un pallone dimostrando che anche un giocatore così quando viene marcato da un giocatore serio come Motta o Cambiasso non crea difficoltà. Il calcio italiano infatti è anti Messi in quanto è facile giocare in spagna dove ci sono solo 2 squadre forti e la terza in classifica ha oltre 20 punti di distacco dalla seconda. Così come contro le Inglesi che hanno un gioco interamente improntato all’attacco senza un minimo di tattica difensiva vedi Chelsea, Manchester e soprattutto Arsenal.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: