Home > Formula 1 > Formula 1 Story, Capitolo 3: Stagione 1996

Formula 1 Story, Capitolo 3: Stagione 1996

Terzo appuntamento con il Formula 1 Story. Protagonista della puntata di oggi una delle stagioni probabilmente più noiose della storia moderna del grande circus la quale non fa altro che regalare un “mondiale alla carriera” e porre le basi per il duello Schumacher-Villeneuve del 1997.

Durante l’inverno un grande cambiamento è avvenuto nella griglia di partenza: il bi-campione del mondo in carica Michael Schumacher abbandona Flavio Briatore ed il suo team per approdare a Maranello, nel tentativo di far risorgere la Ferrari che non vince un titolo mondiale dal lontano 1979. Rimanendo in tema Ferrari e vecchi ricordi, approda in Formula 1 con la Williams Renault al fianco di Damon Hill, il figlio del compianto Gilles Villeneuve, Jacques, il quale viene dalla fresca vittoria nel mondiale americano CART.

Al via della stagione le prestazioni delle monoposto rispecchiano i pronostici: la Benetton senza il suo Schumacher perde la leadership e la Ferrari pur con il tedesco non è ancora una macchina sufficientemente competitiva. Di conseguenza, a prendere il largo è la Williams di Damon Hill che ha finalmente l’occasione della sua vita, non deludendo le aspettative: dopo 3 gare Hill è a punteggio pieno con 30 punti ed a seguirlo in classifica è il suo teammate Villeneuve con “soli” 12 punti.

Il campionato prosegue senza grandi sorprese con una vittoria a testa per Villeneuve, che alla sua quarta gara in carriera, va a vincere il suo primo gran premio in Formula 1, ed Hill che mantiene salda la leadership in classifica. A seguire due gran premi di pure follia corsi sotto il bagnato: Monaco e Barcellona.

A Montecarlo va in scena una delle più grandi carneficine della F1 con soli 4 piloti al traguardo in un folle Gp vinto dal francese Olivier Panis su Ligier Honda, confermandosi come uno dei giovani emergenti più talentuosi del circus; il tutto in una giornata in cui Schumacher butta la sua splendida pole position andandosi a schiantare dopo poche curve. A Barcellona invece arriva la prima vittoria di Schumacher su Ferrari che ancora una volta si conferma “rainmaster” e si riscatta immediatamente dallo spreco di Montecarlo, andando a mettersi dietro tutti quanti per la prima vittoria del binomio Schumi-Maranello.

Con il ritorno dell’asciutto, torna la vittoria per Hill, con la Williams che va a mettere a segno due doppiette consecutive in Canada ed in Francia. La classifica, dopo 9 gare, vede Hill al comando con 63 punti contro i 38 di Villeneuve, suo unico possibile rivale per il campionato del mondo, con Schumacher impossibilitato a difendere il suo titolo iridato a causa della scarsa competitività della sua Ferrari.

Nelle successive 3 gare altre 3 vittorie per la Williams, 2 per Villeneuve ed 1 per Hill con Villeneuve che recupera 8 punti su Hill grazie al ritiro dell’inglese nel suo Gran Premio di casa. 4 gare al termine con Hill che può amministrare 17 punti di vantaggio su Villeneuve in vista del Gp del Belgio. A Spa-Francorschamps sotto un’altra gara bagnata arriva la seconda firma di Michael Schumacher che sfrutta gli errori al muretto Williams con entrambi i piloti in occasione del primo stop causa Safety Car per portarsi in testa e ci rimarrà fino a fine gara, con Villeneuve incapace di portare a termine un attacco nei confronti del pilota tedesco.

E sotto l’incredulità dei tifosi italiani della rossa, è proprio a Monza che arriva il bis di Schumacher, questa volta con pista asciutta. La Ferrari che con il suo potentissimo V12 si trova incredibilmente competitiva sul circuito monzese, porta Schumi ad una gara tutta d’attacco che prima approfitta di un errore di Hill che lo costringe al ritiro e poi mette un incredibile pressione su Alesi con una serie di giri veloci, che dopo il pit stop lo porterà in testa al Gran Premio che andrà a vincere davanti ad un pubblico letteralmente in delirio.

A 2 Gp dalla fine, Villeneuve ha recuperato altri 4 punti sul suo compagno, dal quale dista ancora 13 punti in classifica. Ed in Portogallo in condizioni di gara più consone alla velocità della Williams, la casa inglese porta a casa un altra doppietta con il canadese che vince davanti a Hill, portando a 9 i punti di ritardo dall’inglese e costringendolo a rinviare la festa mondiale al Gp finale a Suzuka.

In Giappone, Villeneuve segna la pole position davanti a Hill mostrando subito di non voler regalare nulla al suo compagno di squadra. Il canadese parte però malissimo e si ritrova immediatamente in sesta posizione e impiega ben 12 giri per liberarsi di Eddie Irvine, tempo nel quale Hill ha costruito un vantaggio ormai quasi insormontabile per Villeneuve il quale comunque comincia a segnare una serie di giri veloci. Al 32esimo giro però Jacques Villeneuve anticipa il suo secondo stop in quanto vittima di strane vibrazioni al retrotreno: il pit stop non servirà però a nulla in quanto il canadese 6 giri dopo sarà vittima di un problema meccanico che lo porterà allo staccarsi della ruota posteriore destra. Gara finita per lui e campionato del mondo matematicamente assegnato a Damon Hill che andrà anche a vincere la gara.

Mondiale che finisce quindi con Hill finalmente campione del mondo, finendo il campionato 1996 con 97 punti davanti ai 78 di Jacques Villeneuve. Terzo posto per Michael Schumacher che con 3 vittorie e un secondo posto nell’ultimo Gran Premio finisce il mondiale a 59 punti. Williams Renault campione del mondo costruttori 1996.

  1. 9 febbraio 2013 alle 19:47

    WOW just what I was searching for. Came here by searching for jubirev team

  2. 30 aprile 2013 alle 01:57

    What’s up, I log on to your blogs on a regular basis. Your humoristic style is awesome, keep doing what you’re doing!

  3. 31 maggio 2013 alle 10:08

    I am now not certain where you are getting your information, however great topic.
    I needs to spend a while studying more or understanding more.

    Thanks for excellent information I used to be
    in search of this information for my mission.

  4. 7 luglio 2013 alle 02:39

    But not only limited for ordinary occasions since it can easily be used for special occasions as well.
    To hold a party you will have to set aside a whole night of your time.

    The scent of coffee alone is indeed refreshing- so why not save ourselves
    from the dangerous caffeine and simply spray ourselves with the scent of Starbucks.

  5. 8 luglio 2013 alle 11:14

    Next, pin most of it into place allowing some strands of hair to fall
    freely. The hair becomes brittle, and this can be seen at the ends which is commonly called as ‘split ends. If you tell your stylist you want to, she can start the layers low enough for you to pull your hair into a ponytail.

  6. 31 agosto 2014 alle 17:33

    Its unique property of not sticking to the hot wax as you move the
    letters are sealed encouraged people to use it.
    A well-chosen timepiece can actually be a great conversation starter, much more so than the current iteration of i – Phone.
    If you want to look the part, as well, check them out and start shopping for ensembles today.

  7. 9 novembre 2015 alle 22:59

    Wow, fantastic weblog structure! How lengthy
    have you ever been blogging for? you make blogging look easy.
    The total look of your website is wonderful, as smartly as the
    content material!

  8. 25 marzo 2016 alle 05:00

    I’ve been surfing online greater than three hours as
    of late, but I by no means found any attention-grabbing article like yours.

    It’s pretty value enough for me. In my view, if all site owners and bloggers
    made good content as you did, the web can be a lot more useful than ever before.

  1. 19 ottobre 2014 alle 20:28

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: