Home > Formula 1 > A Singapore dominio di Hamilton, “suicidio” per Rosberg e Vettel

A Singapore dominio di Hamilton, “suicidio” per Rosberg e Vettel

09f1-14-SingaporeGP-sat-08

Come da pronostico, è stato Lewis Hamilton su McLaren Mercedes a vincere il Gran Premio di Singapore, 14esima prova del mondiale 2009 di Formula 1. A podio con lui, il tedesco della Toyota Timo Glock e lo spagnolo Fernando Alonso, che ha dedicato il podio a Flavio Briatore.

E’ stata una gara priva di grandi emozioni, la quale si è giocata a cavallo dei pit stop. Dopo un ottimo scatto dalla pole position, Hamilton si è infatti involato verso la vittoria tenendo a bada a distanze comunque rassicuranti i due inseguitori Rosberg e Vettel, i quali si sono tirati fuori dalla lotta incappando entrambi in un drive through: il primo, per aver tagliato la chicane all’uscita dal primo pit stop; il secondo, per aver superato i limiti di velocità nella corsia box durante il secondo pit stop.

L’inglese della McLaren, campione del mondo in carica e terzo classificato in questo circuito lo scorso anno, si è visto quindi servire la vittoria su un piatto d’argento e per aggiudicarsi il successo, non ha dovuto fare nient’altro che portare la propria monoposto al traguardo.

Per quanto riguarda il discorso iridato, Button e la Brawn ipotecano i rispettivi mondiali: Webber infatti è costretto al ritiro per un incidente dovuto ad un guasto tecnico ai freni, e Vettel a seguito della penalità non va oltre il quarto posto (dopotutto un ottimo risultato, considerando che Rosberg non andrà oltre l’11esima posizione a causa di un cambio di strategia rivelatosi errato); le due Brawn GP si classificano invece in quinta e sesta posizione, con Button davanti a Barrichello che porta quindi a 15 i punti di vantaggio sul suo rivale e compagno di squadra. Vettel è quindi ora a 25 punti da Button (a sole 3 gare dalla fine) e la Red Bull si trova a 42,5 punti dalla Brawn Mercedes.

Vanno a punti anche Kovalainen (che porta altri 2 importantissimi punti alla causa McLaren che è ora a soli 3 punti dalla Ferrari, terza nel campionato costruttori) e Kubica (BMW-Sauber). Pessimo weekend per i colori italiani: la Ferrari di Raikkonen si classifica soltanto decima e i tre piloti italiani si classificano nelle ultime tre posizioni (ritirati esclusi). Da segnalare anche uno stupido incidente tra Sutil e Heidfeld, con il primo che molto probabilmente verrà retrocesso di 10 posizioni dallo starting grid del prossimo Gp di Suzuka.

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: