Home > Formula 1 > Singapore: Pole per Hamilton, male le Ferrari

Singapore: Pole per Hamilton, male le Ferrari

09f1-14-SingaporeGP-15

Pole position per Lewis Hamilton su McLaren Mercedes che ha fermato il cronometro nella Q3 sul tempo di 1:47.891. In prima fila con lui il tedesco Sebastian Vettel (Red Bull); in terza posizione Nico Rosberg (Williams). Sono stati questi 3 piloti a giocarsi l’ultima qualifica, la quale è stata però bruscamente interrotta a 26 secondi dalla fine, dall’incidente di Rubens Barrichello (Brawn GP).

Già durante la Q1, dominio dell’inglese della McLaren, il quale è stato l’unico a scendere fin da subito sotto l’1:47, tra l’altro con un set di gomme dure (l’unico a non usarle nel Q1 insieme a Vettel, sesto di sessione). Primi ad essere eliminati: le due Force India (in discesa libera in un circuito con alto carico aerodinamico) insieme a Grosjean, Alguersuari e alla Ferrari di Fisichella, 18esimo.

Nella Q2, i tempi si abbassano, e bisogna abbattere il muro dell’1:47 per riuscire a qualificarsi. Incredibile exploit di Nico Rosberg il quale con un giro incredibile fa 1:46.197, andando a passare il turno in massima scioltezza. Eliminati di lusso il leader del campionato Jenson Button e Kimi Raikkonen con l’altra Ferrari, in 12esima e 13esima posizione.

Nella Q3, si comincia subito con il duello tra Hamilton, Vettel e Rosberg che dopo il primo giro lanciato li vede in queste posizioni. Accade però durante il lancio dell’ultimo giro buono l’incidente di Barrichello che va a sbattere in seguito probabilmente a problemi al fondo della vettura che lo avevano condizionato già durante la Q2. Sessione quindi interrotta e posizioni congelate: arriva quindi la seconda pole position consecutiva per Lewis Hamilton con una McLaren Mercedes quest’anno con prestazioni molto alterne e discontinue.

In attesa dei pesi ufficiali delle vetture che saranno pubblicati in serata dalla FIA, proviamo comunque ad abbozzare uno straccio di pronostico: inutile dire che la gara sarà combattuta principalmente dai primi 3, con Hamilton in fuga fin da subito grazie al KERS. In ogni caso grande attenzione a Rosberg, il quale da sempre “perfetto cittadino” può puntare al terzo podio in carriera, se non addirittura ad una vittoria. Durante la Q2 ha infatti impressionato, e si può facilmente pensare che nel resto delle sessioni si sia “nascosto” e potrebbe avere un maggior quantitativo di benzina dei due davanti a lui (per non parlare del fatto che probabilmente avrebbe potuto fare la pole nell’ultimo tentativo, pur conoscendo le incredibili capacità di Hamilton nel giro secco).

Da non dimenticare anche il fattore Safety Car, che in cittadini di questo tipo bisogna considerare con almeno un paio di uscite nel corso della gara, uscite che possono condizionare parecchio il risultato finale, come ha dimostrato la scorsa edizione di questo stesso Gran Premio; da non sottovalutare quindi anche vincitori inaspettati o grandi rimonte da piloti che partiranno dal fondo della griglia con ingenti quantità di benzina.

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: