Home > Formula 1 > Scandalo Renault: Sub-Judice la vittoria di Alonso a Singapore 2008

Scandalo Renault: Sub-Judice la vittoria di Alonso a Singapore 2008

0000_renault_06

I complottisti hanno trovato pan per focaccia. La Federazione Internazionale dell’Automobile ha infatti aperto un’inchiesta sulla vittoria di Fernando Alonso nel Gp di Singapore del 2008. Per chi non avesse ricordo della suddetta gara, la prima in notturna nella storia della Formula 1, procediamo con un piccolo riassunto.

Fernando Alonso, in palla nelle prove libere (primo nelle prove pomeridiane del venerdi), si dice fiducioso per le qualifiche, nelle quali però subisce una rottura nella Q2, e si ritrova costretto a partire dalla quindicesima piazza. Gara quindi tutta in salita per lo spagnolo, che dichiara però prima della gara di aver scelto una strategia decisamente inusuale: partire con un quantitativo di carburante minimo, perchè “se non posso lottare per la vittoria, almeno cosi posso divertirmi nelle retrovie”. Come da previsione perciò, Fernando è il primo a fermarsi ai box, rientrando in pista in ultima posizione: a quel punto arriva il colpo di scena. Il compagno di scuderia Nelson Piquet va in testacoda e si schianta contro il muro. Cosi facendo entra la safety car e tutti i top driver si ritrovano “costretti” a rifornire, e Fernando si ritrova da ultimo a quinto, in un circuito in stile Montecarlo che non permette sorpassi, con davanti i soli 4 piloti che avevano deciso di rimanere fuori. Una volta rientrati però anch’essi, Alonso si ritrova in testa al Gran Premio con una macchina finalmente competitiva, e va a vincere in scioltezza il suo primo Gp dell’anno, davanti a Rosberg ed al suo rivale Hamilton.

Fin da subito le malelingue additarono la Renault di Briatore come una malefica macchina da guerra capace di dare ordini al povero Piquet del tipo “vatti a schiantare, cosi vince Fernando”, ma ovviamente queste rimasero solo voci, in quanto non era credibile che un team potesse ordinare ad un suo pilota di mettere a repentaglio la propria vita semplicemente per portare a casa un risultato. Ed invece proprio oggi, a poche settimane dal licenziamento di Piquet dalla Renault, a seguito di un litigio proprio con Flavio Briatore, queste stesse voci tornano prepotentemente alla ribalta, tanto da far scomodare persino la Fia che ha aperto un’inchiesta ufficiale.

Inutile dire che, nel caso queste voci venissero confermate, oltre ad essere revocata la vittoria ad Alonso, la Renault verrebbe immediatamente cacciata dal mondiale di Formula 1 (o potrebbe addirittura ritirarsi di sua spontanea volontà, in quanto perderebbe la faccia se colpevole di aver “barato”), come fatto intendere anche da Bernie Ecclestone. Il che, tanto per dirne una, libererebbe la strada ad un trasferimento dello spagnolo in Ferrari per il 2010, oppure chissà, magari già a Monza.

Al momento comunque, nè la Renault, nè Nelson Piquet, si sono pronunciati a riguardo, celandosi dietro i canonici “no comment”.

  1. Fabrizio
    1 settembre 2009 alle 13:55

    Alonso è gia cosa fatta per la ferrari non c’era bisogno di questo scandalo 😄

  2. 22 settembre 2013 alle 10:03

    Asking questions are in fact nice thing if you are not understanding something completely,
    however this article gives nice understanding yet.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: