Home > Calcio > Serie A prima giornata: chi ben incomincia…

Serie A prima giornata: chi ben incomincia…

Juventus-Chievo

é stata una prima giornata che ci ha regalato non poche emozioni, andiamo per gradi.

è iniziato tutto con Bologna – Fiorentina, primo passo falso dei viola che contro i rossoblu non riescono ad ottenere oltre un pareggio pur non avendo contro la punta di diamante dei bolognesi, Marco Di Vaio che l’anno scorso ha segnato il 60% dei gol rosso blu. Il bologna riesce ad ottenere un punto d’oro contro una squadra che ambisce la qualificazione in champions, ed è proprio l’ex osvaldo che sfrutta la prateria lasciatagli dal terzino viola Comotto,  ma è incredibile che il pareggio arrivi con il Romeno Mutu che insacca nonstante i problemi psicologici dovuti ai 17 milioni di multa del chelsea. Incredibile come la Fiorentina non riesca a reggere il centrocampo dopo la vendita di Felipe Melo e con l’assenza di Zanetti infortunato

Altra sopresa il Milan, che nonstante le continue sconfitte di pre-campionato, ottiene i 3 punti sul campo del Siene con un leonardo che si gusta le magie di un presunto ritorno di Ronaldinho e i gol di Pato, mentre Inzaghi, il grande assente, resta a guardare in panchina la doppietta del brasiliano.

La vera grande sorpresa arriva però di domenica con i campioni d’Italia che non vanno oltre il pareggio con un preciso e ben organizzato Bari che ha rischiato di fare addirittura punteggio pieno se non fosse per il pallone perso da Kutuzov e l’egoismo di Rivas. è un Bari che ha dato l’impressione di saper fare un buon possesso palla sfruttando molto i cambi di gioco, ed è un Inter che senza le ispirazioni di Ibrahimovic fatica a tenere palla sulla 3/4 , molto bene Eto’o, ma il migliore dell’inter è Thiago Motta, gran lottatore, smista ottime palle e sfiora anche il gol del raddoppio, male materazzi che rischia l’espulsione e male anche Quaresma che ormai è sempre più beccato, ed è sempre più inutile alla causa nero azzurra.

Bene anche la Juve che all’olimpico di torino batte il Chievo per 1 – 0 non senza soffrire, gran palla di Diego che appoggia perfettamente il pallone sulla testa di Iaquinta che stacca imperiosamente e indirizza il pallone all’incrocio. Partita con non poche polemiche, dubbi su presunto secondo cartellino giallo per Poulsen e su un rigore non chiarissimo di Grigera ai danni del veronese.

Roma invece che non riesce a tenere il passo sconfitto da un Genova che si conferma outsider delle grandi e sempre più big grazie alle magie di Gasperini che fa giocare a memoria i rossoblu. Inutili proteste di Totti che chiedeva il rosso per Biava per fallo da ultimo uomo su Menez, un rosso che però giustamente non arriva perchè il lancio di De Rossi per Menez sembrava un esperimento missilistico con pallone irragiungibile e quindi non chiara occasione da gol. è proprio il genovese Biava ad insaccare il pallone che fa soccombere 3 a 2 una roma che ha bisogno di ritrovare la sua difesa soprattutto dopo un anno passato con 61 gol subiti.

Una serie A che comincia con polemiche, colpi di scena e magie ma se non fosse così non sarebbe la serie A

è vero che siamo solo all’inizio ma chi ben incomincia è a metà dell’opera

Advertisements
Categorie:Calcio Tag:, , , , , ,
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: